Che cos’è l’Ipnosi

Esiste una parte di te dalla quale attingi risorse ogni giorno, una parte che non dorme mai e racchiude la tua essenza, il tuo ieri, oggi e domani. In lei risiede la verità del tuo essere, la tua verità personale: il nome che porta è Inconscio.

È l’inconscio che conosce la strada, è l’inconscio che conosce la via: ti conduce al raggiungimento della migliore versione di te stesso, potenziando i tuoi Talenti, sciogliendo i nodi e le criticità, accelerando il tuo sviluppo e le tue competenze.

L’Inconscio veglia su di te: indica i tempi, i modi, le risorse e gli strumenti per raggiungere i risultati che desideri.

Uno degli strumenti più meravigliosi che conosco, e che desidero possa conoscere anche tu, di ricongiungimento e dialogo con l’Inconscio è l’Ipnosi.

Ora, immagina di avere di fronte a te un interruttore della luce: con un semplice gesto, quando più lo desideri, puoi premere quell’interruttore e accendere, o spegnere, la luce. Desidero presentarti l’Ipnosi proprio così: come quell’interruttore che, una volta trovato dentro di te e compreso come potrai attivarlo, accenderà la tua luce quando più lo vorrai.

Quando la tua luce di dentro sarà accesa, entrerai in quello che viene chiamato stato di “trance”: è uno stato che conosci da sempre, ti appartiene nella tua quotidianità. Pensa all’ultima volta che hai perso la cognizione del tempo, perché eri totalmente immerso in ciò che stavi facendo: stavi cucinando il tuo piatto preferito, guardando un film che ti stava facendo sognare, o stavi facendo l’amore con la persona del cuore.

Ecco, in quei momenti, quelli nei quali il tempo si dilata, nei quali senti di essere nel flusso delle cose, e provi quella magnifica sensazione di essere nel posto che ti appartiene, al posto giusto e nel momento giusto: in quei momenti sei in trance.

Sei te stesso al cento per cento, sei potenziato oltre ogni limite, accedi a tutte le facoltà che sai di avere, e a quelle che non sapevi di avere affatto. Tutto ti è possibile, sei Energia pura, sei tu a decidere dove indirizzare la tua Energia e per quale scopo. Sei nella dimensione superiore del tuo essere uomo o donna su questa terra.

Renderti consapevole della presenza dell’interruttore della tua luce interiore, e accompagnarti ad accenderla, è il mio compito come tua Coach e Ipnotista.

Che cosa non è l’Ipnosi

Raccontarti in modo semplice e chiaro che cosa è l’Ipnosi è il primo, fondamentale, passo perché tu possa avvicinarti a questo meraviglioso strumento di esplorazione di te. Ma so che questo non basta, perché tu possa avvicinarti all’Ipnosi con fiducia.

Ho compreso in questi anni di professione che la maggior parte delle persone è affascinata da questa potente tecnica, ma al contempo la teme: vuoi perché spesso si teme ciò che non si conosce davvero (e la responsabilità di informare correttamente ricade su di noi operatori), vuoi perché esistono ancora molti “falsi miti” che il cinema, la televisione, alcuni casi particolari di cronaca hanno contribuito a formare.

Dunque, il raccontarti che cosa è l’Ipnosi è per me fondamentale – l’Ipnosi è lo strumento che più mi appartiene, è la mia “casa” – quanto il raccontarti che cosa Ipnosi non è.

L’Ipnosi non è manipolazione: durante la trance ipnotica il tuo Inconscio veglia su di te, questo significa che nessuno potrà mai portarti a compiere azioni che il tuo stesso Inconscio non desideri fare. Se ciò che l’Ipnotista propone durante l’induzione ipnotica è coerente con i tuoi valori, allora state andando nella stessa direzione. Se la suggestione ipnotica che ti viene proposta è contraria a ciò che trovi “ecologicamente” giusto, corretto, etico per te, non avverrà nulla di cui tu un giorno possa pentirti. Nessuno può manipolare il tuo Inconscio, che protegge il tuo sistema mente-corpo in ogni momento.

Comprenderai a questo punto che durante la trance ipnotica nessuno può portarti a “confessare” episodi o esprimere pensieri che in qualche modo il tuo Inconscio non consideri utile far emergere in quel momento, per il tuo benessere e il tuo miglioramento personale. Ricorda a questo proposito, ci tengo tu l’abbia sempre ben presente, che in tutte le sessioni di Ipnosi con me (vale anche per quelle di Coaching e di Personal Branding) vige il più completo segreto professionale, quindi qualunque cosa dovesse emergere, o qualunque cosa tu possa desiderare condividere con me, rimarrà esclusivamente tra noi. La riservatezza e la privacy sono totalmente garantite: con me sei nel tuo spazio protetto, e questo è fondamentale perché tu possa fidarti e affidarti appieno.

Se l’Ipnosi viene utilizzata con scopi coercitivi, l’Inconscio del soggetto si ribellerà: con l’Ipnosi non si può portare una persona a fare ciò che è contrario ai suoi valori più profondi. Per questo, ti rassicuro, l’Ipnosi non è manipolazione.

L’ipnosi non è pericolosa: durante la seduta ipnotica, non può avvenire nulla che non sia buono e utile per te, per le ragioni che ti ho raccontato sopra. Sei, al contrario, in una condizione estremamente favorevole per te, con i tuoi sensi che possono risultarne anche potenziati, e un maggiore allineamento di ciò che sei, con ciò che vuoi, e ciò che fai.

Desidero in ogni caso ricordarti che la scelta del tuo Ipnotista di fiducia è fondamentale. Conosco e ho assistito personalmente a casi nei quali un Ipnotista poco esperto non è stato sufficientemente efficace durante una seduta ipnotica, e il soggetto che si era affidato a lui non ha tratto beneficio da quanto avvenuto.

Milton Erickson, il padre dell’Ipnosi moderna, diceva che l’Ipnosi è il dialogo tra due inconsci: il tuo, e quello dell’Ipnotista che è con te. Parole, queste, che valgono oro: se non senti il giusto feeling con il professionista che ti è accanto, il mio consiglio è di cercarne un altro che ti vada veramente a genio. In quel momento, il momento in cui senti di non voler dare fiducia ad una persona, è il tuo Inconscio che ti sta lanciando un segnale per proteggerti da eventuali delusioni.

Io per prima, frequentando continuamente tanti corsi di specializzazione in Ipnosi, ho imparato con il tempo a scegliere il collega giusto per me tra quelli presenti in aula, con il quale testare e approfondire nuove tecniche: è successo più di una volta che riemergessi da un’induzione con mal di testa, o con la sensazione di qualcosa di incompleto, e sono diventata più accorta nella scelta del partner di lavoro. È quello che suggerisco anche a te!

L’ipnosi non è sonno: durante la trance ipnotica sei cosciente, non c’è nulla che tu debba fare di particolare, e non c’è nulla che tu non possa fare. Non puoi rimanere bloccato o non “risvegliarti”: se qualche reazione di questo tipo avviene, significa che il tuo Inconscio la considera utile per te in quel momento, ma è sempre provvisoria, non ti impedisce di ritornare nel qui e ora qualora la tua parte conscia lo desiderasse, in qualsiasi momento, e in ogni caso non rappresenta nulla che un Ipnotista esperto non sappia gestire al meglio con la sua presenza.

Hai il pieno controllo della situazione, e puoi interrompere la sessione in qualunque momento tu dovessi desiderarlo. L’Ipnosi non è sonno: anche le onde cerebrali che vengono rilevate in stato di trance sono diverse da quelle presenti durante il sonno.

L’induzione ipnotica può essere più o meno profonda, e questo non ne compromette l’efficacia per il soggetto: esistono tante tecniche e stili diversi (e ogni Ipnotista con la pratica modella il proprio stile), alcune della quali avvengono con il soggetto in piedi, in movimento, e ad occhi aperti. Quando sei in trance ipnotica, non stai dormendo.

L’Ipnosi non è rilassamento: l’Ipnosi è un fenomeno mentale che può andare a incidere sul corpo, rilassandolo e portando anche al tuo fisico un profondo senso di benessere. Le tecniche di rilassamento però sono altro rispetto a quelle Ipnotiche: ciò che si attiva a livello mentale è diverso, così come le risorse alle quali si attinge e i risultati che si possono ottenere. Durante la sessione ipnotica ti sentirai molto probabilmente rilassato, ti sembrerà di aver dormito, ma queste sono entrambe conseguenze del processo in atto, non sono il processo stesso.

Come funziona l’Ipnosi

L’Ipnosi, secondo la definizione della scuola ericksoniana (Milton H. Erickson è considerato il padre dell’Ipnosi moderna) è uno stato modificato (non alterato) di coscienza. È uno stato che è fisiologico e può avvenire nel tuo quotidiano, pur essendo fuori dell’ordinario.

L’Ipnosi è sempre un fenomeno relazionale che viene co-costruito tra conducente (l’Ipnotista) e il soggetto. Per questo, è bene dire che si lavora ‘con’ il soggetto, non ‘sul’ soggetto: la differenza è sottile ma molto rilevante.

Amo definire l’Ipnosi come uno strumento di potenziamento: è il più grande acceleratore di competenze che io conosca e che possa proporti durante le mie sessioni.

Il nostro Inconscio non dorme mai: continua sempre ad apprendere, ogni istante della nostra vita. Non esiste alcun momento nella vita di una persona nella quale l’Inconscio non sia attivo, mentre possono esistere momenti nei quali la nostra parte conscia non è attiva (vedi per esempio durante il sonno).

Durante l’induzione ipnotica, l’inconscio si tara rispetto alle richieste che il soggetto o l’Ipnotizza per lui gli pone: per questa ragione, è molto importante ricercare il cuore della questione che si desidera esplorare attraverso la trance.

Qualora giungessimo con proposte poco appropriate o futili (per esempio, richieste quali mettersi a fare le capriole per terra, o altre simili di carattere prettamente ludico, fini a se stesse) il nostro Inconscio inizierebbe a chiedersi per quale ragione dovrebbe utilizzare la sua energia in quella direzione, per quale scopo dovrebbe farlo e, non trovando una risposta appropriata, non acconsentirebbe: ciò che non è ecologico per il sistema-individuo non ha dunque effetti durevoli durante la trance ipnotica.

La sessione di Ipnosi viene condotta dall’Ipnotista, ma l’Ipnosi coinvolge le capacità di 3 soggetti: il soggetto, l’induttore/Ipnotista, la coppia da loro formata.

E, questo, senza considerare anche l’Inconscio collettivo, e l’Inconscio del futuro nascituro, durante le mie sessioni di Ipnosi per il Parto Senza Dolore e la Nascita Senza Violenza.

Tutti possono essere ipnotizzati: se non esistono danni particolari al cervello del soggetto, ogni donna e uomo può beneficiarne (anche gli animali!).

L'Autoipnosi

L’Ipnosi è, in realtà, sempre Autoipnosi: l’Inconscio del soggetto viene solamente guidato, sollecitato, dall’Ipnotista, in questo caso da me, durante la sessione ipnotica.

Non esiste Ipnosi se non Autoipnosi delegata a una persona (l’Ipnotista) di cui si ha fiducia. Se non sussiste la fiducia tra soggetto e Ipnotista, nessuna tecnica ipnotica risulterà abbastanza potente da indurre la trance.

Io stessa, durante le sessioni, lo vedrai, entro in uno stato di Autoipnosi per condurle al meglio: in verità, trascorro molto tempo della mia giornata in Autoipnosi, per regolare le mie risorse energetiche e attingere sempre più dalle mie competenze.

Entro cioè in stato di trance con una specifica intenzione, accedo deliberatamente alle mie risorse, e compio questa esperienza anche a scopo esplorativo per capire ciò che magari a livello conscio ancora non è chiaro.

Entro in me stessa con un’intenzione precisa: spesso, durante le sessioni di Ipnosi, insegno alle persone che si affidano a me come iniziare a condurre loro stesse in autonomia i primi passi verso l’Autoipnosi, perché questo strumento divenga sempre più per loro portata di mano.

A chi è utile l'Ipnosi

L’ipnosi ti sarà molto utile per far emergere le tue competenze non consapevoli, e per allenare il tuo intero sistema mente-corpo ad evolvere: l’Ipnosi ti aiuterà ad oltrepassare i filtri della mente conscia e ad ottenere più velocemente lo stato da te desiderato.

Avrai accesso al tuo livello superiore: nel nostro Inconscio sono presenti tutte le nostre esperienze di vita, tutte le nostre risorse del passato, le nostre risorse potenziali (i nostri Talenti), e le aspettative verso il futuro che ci siamo creati nel corso del tempo.

L’Ipnosi sarà la tua grande alleata per:

  • scoprire i tuoi Talenti e imparare ad esprimerli davvero
  • esplorare le tue risorse inconsce per realizzare i cambiamenti che desideri
  • migliorare la tua performance (sportiva, artistica, professionale…)
  • raggiungere più velocemente i tuoi obiettivi, di vita e di lavoro
  • allenare al meglio la tua concentrazione mentale e la tua memoria
  • accedere a ricordi del passato rimasti sepolti per la tua parte conscia
  • gestire con equilibro i conflitti relazionali, giungendo a decisioni rapide ed efficaci
  • velocizzare l’apprendimento delle lingue
  • comunicare in maniera davvero convincente e persuasiva, attraverso la comunicazione e scrittura ipnotica
  • amplificare e rendere costante lo stato di benessere nella tua vita
  • gestire il dolore fisico ed emotivo attraverso l’anestesia mentale
  • accelerare i processi di guarigione
  • condurti ad un Parto Senza Dolore e una Nascita Senza Violenza

Come sono diventata Ipnotista

Con sempre maggiore frequenza, in questi ultimi anni, durante le sessioni di Coaching, i miei coachee si rilassavano così tanto al suono della mia voce da… addormentarsi profondamente.

Almeno, questo era ciò che pensavo avvenisse loro, osservandoli da fuori.

Con la stessa frequenza, e con estrema precisione di tempi e modi in cui ciò avveniva, essi si risvegliavano, sempre guidati dal ritmo delle mie parole e dalla mia voce.

Chiedevo loro cosa provassero, cosa stessero vivendo, in quei momenti di presenza/assenza. Tornavano ad aprire gli occhi carichi di energia, rilassati, sorridenti, certi di essere a un passo dal toccare l’obiettivo prefissato durante la sessione. Obiettivo che poi, immancabilmente, veniva da loro raggiunto più velocemente, e con maggiore efficacia, che con qualunque altro strumento di Coaching proposto loro in precedenza.

Impiegai poco a capire ciò che, con naturalezza, stava avvenendo sotto ai miei occhi.

Non si trattava di sonno. I miei coachee non stavano dormendo.

Erano in trance.

Era Ipnosi.

Ho studiato tanto, tantissimo, i libri di Paul McKenna, formatore e ipnotista i cui cd audio di Ipnosi mi hanno accompagnato letteralmente in ogni parte del mondo. Grazie ai suoi insegnamenti, ho iniziato ad attingere alla versione migliore di me.

Ma desideravo andare oltre, affrontare un percorso di studi, lavorare con maestri che potessero ampliare le mie capacità naturali con l’Ipnosi e ottenere con queste ancora di più.

Trovare la scuola di Ipnosi il cui approccio mi convincesse davvero, e sentissi dunque come mio, è stata una ricerca durata quattro anni.

Ricerca che si è conclusa proprio incontrando Paul McKenna, e vivendo sulla mia pelle l’indimenticabile esperienza di essere condotta da lui in persona in una delle trance ipnotiche più profonde e significative di tutta la mia vita.

Trance dalla quale riemergo con una certezza: l’Ipnosi è lo strumento che più mi appartiene nell’intimo.

Ho studiato dunque alla scuola di Ipnosi Ericksoniana: mi sono sentita a casa, una casa che desideravo trovare da sempre.

Ringrazio ogni giorno il padre dell’Ipnosi, Milton H. Erickson, di essere entrato nella mia vita. La sua celebre frase “L’Ipnosi non esiste. Tutto è Ipnosi” è divenuta il mio mantra.

Ho frequentato poi altri corsi di Ipnosi sempre con Paul McKenna, con Richard Bandler – il co-fondatore della PNL – con Tina Taylor, con la quale mi sono anche specializzata in anestesia del dolore tramite l’Ipnosi durante la gravidanza e il parto, con diversi altri trainer italiani e stranieri.

Ho studiato tecniche ipnotiche antiche: il Mesmerismo, il magnetismo personale, strumenti che riemergono da un tempo ancora più lontano. Il mio studio non si ferma mai.

Prenota la tua sessione

Io per prima attingo continuamente alle mie risorse più profonde attraverso le tecniche di Autoipnosi. A chi mi chiede, e capita spesso, come riesca a condurre le mie innumerevoli attività con tale efficacia durante una sola giornata, rispondo la verità: mi immergo più di una volta, quotidianamente, in trance ipnotica.

Oggi, propongo lo strumento dell’Ipnosi durante le mie sessioni di Coaching, individuali e di gruppo. Le rende più preziose e potenti. I miei coachee accedono al loro inconscio con risultati che, più di una volta, definiscono miracolosi. Ma miracolo non è. E, se così vogliamo chiamarlo, è miracolo ciò che avviene dentro di loro, ed è sempre in loro potere.

Prenota la tua sessione cliccando sul pulsante qui sotto: mandami una mail e raccontami di te. In cosa ti senti bloccato, qual è la vita che vorresti. Ci sentiremo al telefono – la prima telefonata conoscitiva è sempre gratuita – e capiremo se scatta la scintilla. Se potremo lavorare insieme, se le nostre anime si riconoscono perché i grandi strumenti del Coaching e dell’Ipnosi possano posarsi tra le tue mani. Perché tu possa finalmente dirti una persona felice. Ti aspetto e ricorda: ciò che ami è l’unica cosa che conta!